Vai al contenuto

Carriera da Saldatore: stipendio Medio e percorso per diventare professionista

  • di
saldatori

La professione del saldatore è cruciale in numerosi settori industriali, dalla costruzione navale all’aerospaziale, passando per l’edilizia e la produzione di veicoli. Questo articolo esplora il potenziale stipendio di un saldatore e il percorso formativo e professionale necessario per intraprendere questa carriera.

Quanto guadagna un saldatore?

Lo stipendio di un saldatore può variare significativamente a seconda di diversi fattori, tra cui l’esperienza, le competenze specialistiche, il settore di impiego e la geografia. In media, uno stipendio base per un saldatore alle prime armi può partire da circa 20.000€ annui in Italia, con la possibilità di crescere fino a 35.000€ o più per i professionisti esperti e specializzati in tecniche di saldatura avanzate.

In alcune aree geografiche o settori altamente specializzati, come la saldatura sottomarina o quella aerospaziale, i saldatori possono guadagnare significativamente di più. Ad esempio in Toscana e Umbria, secondo il sito Talent.com, si guadagna di più come saldatore.

Percorso per diventare saldatore

Diventare un saldatore richiede una combinazione di formazione teorica e pratica. Ecco i passaggi chiave per intraprendere questa professione:

  1. Formazione Iniziale: Molti saldatori iniziano con un diploma di scuola superiore, preferibilmente con un focus su materie tecniche o professionali. La conoscenza di base in matematica, fisica e tecnologia è fondamentale.
  2. Corsi di Formazione Professionale: Esistono numerosi corsi professionalizzanti e tecnici che offrono una formazione specifica sulla saldatura. Questi corsi, come quelli di Academy 4.0, coprono vari metodi di saldatura, sicurezza sul lavoro, lettura dei disegni tecnici e molto altro.
  3. Certificazioni: Ottenere certificazioni professionali è un passo importante per un saldatore. Le certificazioni, come il già menzionato patentino di saldatura, attestano le competenze del saldatore in specifiche tecniche di saldatura e sono spesso richieste dai datori di lavoro.
  4. Esperienza Pratica: L’esperienza sul campo è cruciale. Molti saldatori iniziano come apprendisti, lavorando a fianco di professionisti esperti per acquisire competenze pratiche e conoscenze approfondite sui diversi materiali e tecniche di saldatura.
  5. Specializzazione: Con l’avanzare della carriera, un saldatore può scegliere di specializzarsi in tecniche specifiche, come la saldatura TIG, MIG o MAG, o in settori industriali che richiedono competenze avanzate, aumentando così le proprie prospettive di carriera e stipendio.

Conclusione
La carriera di saldatore offre molteplici opportunità di crescita professionale e stipendi competitivi, soprattutto per coloro che si specializzano in tecniche avanzate o lavorano in settori altamente specializzati.

L’impegno nella formazione continua e l’ottenimento di certificazioni riconosciute sono elementi chiave per avanzare in questa professione dinamica e sempre richiesta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *